Image

Elsa Evangelista

Elsa Evangelista è stata Direttore del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli dal 2011 al 2017 e Professore di Prima Fascia titolare della Cattedra di Esercitazioni Corali presso il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli. Nasce a Napoli, studia Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro con i Maestri Carmine Pagliuca e Aladino Di Martino e Organo e Composizione organistica con il Maestro Gennaro D’Onofrio al Conservatorio di Musica S. Pietro a Majella di Napoli. Interessata in particolare alla polifonia vocale ed alla etnomusicologia, tra le sue composizioni sono da annoverare Hay almas que tienen e La guitarra su testi di Garcia Lorca, Apollo II-21 luglio 1969, oltre ad una vasta produzione sinfonico–corale e da camera. Dal 1992 è Direttore stabile dell’Orchestra e Coro “La Nuova Polifonia” da lei fondati e, dal 1994, Direttore Artistico del S. Chiara Festival. Nello stesso tempo cura ed incide per la Florentia Musicae la revisione del Miserere n° 2 di G. B. Pergolesi. Il suo tenace lavoro sui manoscritti del Settecento Napoletano (“Elsa, Maestro di restauro”, come di lei hanno scritto i critici specializzati) le fa riportare, inoltre, alla luce la Messa in re minore per soli, coro e orchestra, il Duetto Juravit per due tenori e orchestra di Saverio Mercadante, in occasione del bicentenario della nascita del compositore eseguiti in prima esecuzione assoluta al Teatro Mercadante di Napoli. Ha partecipato e diretto per importanti società concertistiche, tra le quali: Ravello 94, Festival Barocco di Viterbo, Ville Vesuviane Festival, I Venerdì Musicali del Conservatorio di Musica S. Pietro a Majella di Napoli, Rossini Opera Festival di Wildbad, Festival barocco di Montecarlo. Ha partecipato alle “Celebrazioni per il 250° anniversario della morte del Solimena” e, unitamente al suo Coro, nell’ottobre del 2001 ha partecipato, nell’ambito dell’Autunno Musicale del Teatro di San Carlo, all’azione sacra Vita di Padre Raimo (prima esecuzione moderna) con i Mottetti a Quattro Cori per le Quarantore di Erasmo De Bartolo. Su invito del Maestro Roberto De Simone, cura la revisione del Mottetto Tantum Ergo in Fa maggiore di Gaetano Donizetti aprendo, con un concerto in collaborazione con il Conservatorio di Napoli e il Teatro di San Carlo, le celebrazioni per il bicentenario della nascita del Musicista. Nel 1997 è invitata con il suo Ensemble dalla Filarmonica di Colonia a rappresentare lo spettacolo ispirato alle tradizioni del Natale Napoletano del M° Roberto De Simone, in un concerto in collaborazione con il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli. Nel 2003 inizia l’operazione di recupero della partitura del Miserere di Pasquale Cafaro, il cui manoscritto si trova conservato presso la Biblioteca del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Ha partecipato con il Coro del “San Pietro a Majella” al Rossini Opera Festival di Wildbad, nelle edizioni del 2006 e 2007, eseguendo Musica Sacra del ‘700 napoletano e le opere Mosè in Egitto, La gazzetta di G. Rossini, i Due Figaro di Carafa e il Don Chisciotte di Mercadante, queste ultime in prima esecuzione moderna. Ha inciso per la Florentia Musicae il Miserere n° 2 di G.B. Pergolesi, per la Naxsos il Mosè in Egitto di G. Rossini e per la Bongiovanni il DVD de I due Figaro e Don Chisciotte di Mercadante. Ha collaborato con i direttori d’orchestra: Marcello Panni, Antonino Fogliani, Christopher Franklin, Brad Cohen e con i registi Stefano Vizioli, Thaddeus Strassberger, Jochen Schonleber. Numerose le sue partecipazioni a trasmissioni radiofoniche, tra cui quelle per RAI INTERNATIONAL, Radio Vaticana e alcune emittenti radiofoniche tedesche. Il suo nome compare nella “Enciclopedia Italiana Dei Compositori Contemporanei” e in: Europäischer Dirigentinnen Reader. Nel 2015 inizia la collaborazione con il Museo e Real Bosco di Capodimonte, curando l’organizzazione delle rassegne “Musica alla Reggia” e “Luglio Musicale a Capodimonte”. Nel 2019 organizza il concerto-evento Capomonte del M° Roberto De Simone in prima esecuzione mondiale.

back to top