È curato da Hubert le Gall, un artista e scenografo francese, nato nel 1961.
Le Gall realizza sculture e arredi poetici combinando diversi materiali, come ha fatto con il bronzo, con una libertà tale da diventarne la cifra artistica.
In quanto designer, si distingue dai suoi contemporanei per lo sguardo da scultore e per la riflessione ironica sulla forma e la funzione degli oggetti.
Molte sue creazioni sono esposte nelle collezioni permanenti di musei francesi e internazionali come il Musée des Beaux-Arts di Montréal (Québec) o il Musée « La piscine » di Roubaix. Ha realizzato molteplici progetti per il Mobilier National e per numerose ambasciate francesi all’estero. È  rappresentato nel mondo da una decina di rinomate gallerie.
Nel 2014 e 2015 tiene due esposizioni personali al Musée Francisque Mandet e al Château Borély a Marsiglia.
Dal 2002 Hubert le Gall conduce, parallelamente al suo lavoro di artista e designer un’attività di scenografo per i più grandi musei di Francia e d’Europa. A lui si deve, tra la altre, gli allestimenti della mostra su Claude Monet al Grand Palais e  su Pierre Bonnard  al Musée d’Orsay. 
Nel 2015 collabora con grandi nomi dell’alta moda. La Maison Hermès gli affida il ruolo di direttore artistico dell’esposizione « Wanderland », che farà il giro del mondo. Per la Maison Ruinart realizza una serie di sculture intitolate « Calendrier de verre » (Calendario di vetro).
Precursore di quella che è oggi l’attività dello scenografo, contribuisce a conferire alle esposizioni una dimensione narrativa e plastica che ne garantisce il successo. Numerosi musei fanno appello ai suoi consigli per l’assetto delle sale delle esposizione permanenti.

Image